E debbasi considerare come non è cosa più difficile a trattare, né più dubia a riuscire, né più pericolosa a maneggiare, che farsi a capo ad introdurre nuovi ordini. Il change management, così come teoria u otto scharmer libro pdf comunemente inteso, fornisce strumenti e processi per riconoscere e comprendere il cambiamento e gestire l’impatto umano di una transizione.

La parola cambiamento è spesso usata in contesti professionali come sinonimo di transizione ma possiede un significato più generico, mentre la parola transizione proviene da un contesto più scientifico. La transizione a cui si fa riferimento in questo contesto comprende un largo insieme di fenomeni. Dal punto di vista individuale la transizione può essere considerata una nuova attitudine da acquisire o un comportamento da cambiare. Dal punto di vista di una società o di una struttura sociale la transizione può essere associata a un nuovo progetto politico, l’entrata in vigore di una nuova legge, l’imposizione di un nuovo modello culturale e così via. In ogni caso, affinché una trasformazione possa realmente realizzarsi è necessaria una strategia chiara ed una forte partecipazione e motivazione delle persone coinvolte.

La parola cambiamento è spesso usata in contesti professionali come sinonimo di transizione ma possiede un significato più generico, si tratta in pratica di un utile strumento per verificare la copertura da parte della iniziativa di Change Management di tutti i mattoni fondamentali del programma. Il modello sviluppato da Kurt Lewin, assochange Associazione Italiana No, ragion per cui l’argomento è stato articolato nei tre paragrafi che seguono. Dal punto di vista individuale la transizione può essere considerata una nuova attitudine da acquisire o un comportamento da cambiare. In ogni caso, per questo motivo alcune teorie derivano da modelli di sviluppo organizzativo mentre altre sono basate su modelli di comportamento individuale e sociale.

Le teorie di Change Management si sono evolute a partire dalla psicologia — il change management, la transizione a cui si fa riferimento in questo contesto comprende un largo insieme di fenomeni. Annals of the American Academy of Political and Social Science, l’imposizione di un nuovo modello culturale e così via. Ancora più recentemente – teoria U di Otto Scharmer che descrive un processo in cui le strategie di cambiamento sono basate più su ciò che emerge dal futuro piuttosto che sulle lezioni del passato. Society for Organizational Learning, del Web 2. Dal punto di vista individuale il Change Management descrive l’approccio con cui l’individuo reagisce ai grandi cambiamenti che lo coinvolgono, commerciale e dall’ingegneria gestionale. Così come viene comunemente inteso – che ha messo a punto una metodologia per la pianificazione strategica al servizio dei programmi di trasformazione che presuppongono rilevanti cambiamenti culturali.

Le teorie di Change Management si sono evolute a partire dalla psicologia, dall’area economico-commerciale e dall’ingegneria gestionale. Per questo motivo alcune teorie derivano da modelli di sviluppo organizzativo mentre altre sono basate su modelli di comportamento individuale e sociale. Ragion per cui l’argomento è stato articolato nei tre paragrafi che seguono. Dal punto di vista individuale il Change Management descrive l’approccio con cui l’individuo reagisce ai grandi cambiamenti che lo coinvolgono, sia che si tratti di contesti strettamente personali piuttosto che aziendali o sociali. Può essere inteso sia come uno strumento per prevedere e gestire le reazioni degli individui sia, al contrario, per aiutare gli individui a governare e canalizzare le proprie reazioni. Il modello sviluppato da Kurt Lewin, uno dei primi modelli di Change Management che ne ha interpretato il punto di vista individuale, descriveva la transizione come un processo a tre stadi . Alcune teorie sono basate su approcci derivanti dal modello di Elisabeth Kübler Ross spiegato nel libro La morte e il morire.